Migranti: Conte (premier), “arrivare in Europa ad un meccanismo stabile ed efficace per gestire sbarchi, redistribuzione e rimpatri”

Il vertice informale di Salisburgo “servirà a rafforzare le premesse per arrivare, nell’interesse generale, ad un meccanismo stabile ed efficace con cui gestire, col supporto della Commissione Europea, gli sbarchi, la redistribuzione, e i rimpatri. Un meccanismo che renda l’Europa credibile, sicura e solidale”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, al termine dell’incontro avuto a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk. “Sono lieto di aver incontrato nuovamente il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk”, ha detto il premier, sottolineando che “l’obiettivo di questo incontro è di mettere a punto il lavoro comune in vista del vertice informale di Salisburgo – dove torneremo a confrontarci su due temi prioritari: migrazione e negoziato su Brexit – e quindi di esprimere con chiarezza le aspettative e le sensibilità italiane”. “L’Italia – ha evidenziato Conte – si aspetta da questo vertice un segnale di progresso, che veda l’Europa, dopo un’estate complicata, prendere in mano la situazione e tradurre in fatti le decisioni così rilevanti già prese a giugno scorso”. Ricordando che “ovviamente nei vertici informali non si assumono decisioni vincolanti”, il presidente del Consiglio ha dichiarato di aver “confermato a Tusk che con lo stesso spirito europeo e costruttivo guardiamo ad un’Europa che vada avanti unita nel negoziato con Londra su Brexit”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo