Mediterraneo: mons. Angiuli (Ugento), “è un vero mare nostrum che insegna la cultura del noi”

“Siamo europei del Mediterraneo, mentre coloro che sono dall’altra parte del mare sono i popoli mediorientali del Mediterraneo e africani del Mediterraneo. In questo senso, il Mediterraneo è un vero ‘mare nostrum’. Nessuno è escluso e nessuno se ne può appropriare in senso privilegiato e selettivo. Anche lo straniero è bene accolto. Il ‘mare nostrum’ ha insegnato la cultura del ‘noi’ e non quella dell’‘io’”. Lo ha affermato questa mattina il vescovo di Ugento-S. Maria di Leuca, mons. Vito Angiuli, chiudendo il Cammino dei giovani che è culminato con la firma della “Carta di Leuca”. “Più che ‘limes’, il Mediterraneo dovrebbe essere pensato come ‘limen’”, ha suggerito il vescovo: non un “limite da non superare” ma “soglia, che consente il passaggio, e dunque può essere condizione di rapporto, incontro, condivisione”. Ma – ha rilevato mons. Angiuli – “si sta diffondendo oggi una retorica della divisione in cui il Mediterraneo è presentato come spaccato in due sponde lontanissime: una europea, democratica e a rischio; l’altra araba e africana, ormai fuori controllo e pericolosa per la vicina Europa”. Per il vescovo, “la cooperazione dei governi diventa indispensabile ora più che mai in un lavoro complesso di bilanciamento fra l’elaborazione delle politiche interne alle quali corrispondono azioni sullo scacchiere nazionale e internazionale”. E invece, “si avverte sempre più la mancanza di uno spirito comune e l’accentuarsi della ricerca di un rifugio più sicuro perché più circoscritto”. “Diciamolo francamente, manca un’anima e con essa – ha ammonito – un pensiero alto che possa ispirare politiche non di basso profilo”. Mons. Angiuli, che nel suo intervento ha citato più volte Giorgio La Pira e ha richiamato la figura di don Tonino Bello, ha concluso con un invito ai giovani presenti: “Se ognuno, a suo modo, si impegnerà a pacificare il Mediterraneo, contribuiremo tutti a creare ‘lo spazio più luminoso della terra’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa