Incontro Bari: card. Sako (Baghdad), “un grande messaggio di unità. Non si può più tornare indietro”

(Foto: AFP/SIR)

“Non si può più tornare indietro, la preghiera di Gesù per l’unità ci porterà lontano. Forse l’unità c’è già, ciò che manca è il coraggio per esprimerla. Serve fare qualche rinuncia, qualche sacrificio”. È quanto dichiara al Sir il patriarca caldeo di Baghdad, card. Louis Raphael Sako, commentando l’incontro ecumenico che si è svolto a Bari il 7 luglio che ha visto Papa Francesco e i patriarchi di tutte le Chiese cristiane del Medio Oriente pregare per la pace in Medio Oriente. “È stato un tempo dello Spirito durante il quale ognuno di noi ha parlato, si è confrontato, ha ascoltato e soprattutto ha pregato – racconta il card. Sako – tutto con estrema familiarità. La nostra gente adesso si aspetta qualcosa da noi per cui è importante che questo incontro non resti isolato”. Un Medio Oriente senza cristiani pare essere la paura più grande dei Patriarchi. Le guerre, gli integralismi, l’instabilità ne sono le principali cause. “C’è preoccupazione – dice il patriarca caldeo – ma anche tanta speranza. Abbiamo visto che c’è intesa tra di noi, i problemi sono politici. La politica sporca crea le guerre per procura che minano la sopravvivenza dei nostri Paesi. Serve una voce profetica per dire basta, chiedere il rispetto dei diritti dell’uomo, la libertà, il diritto di cittadinanza. Perché abbattere regimi per crearne di peggiori?”. Nonostante tutto, rimarca il cardinale, “il Medio Oriente resta terra fertile perché bagnata, da duemila anni, dal sangue di migliaia di martiri di tutte le Chiese. Questo sangue innocente porterà alla pace”. L’incontro di Bari, aggiunge il porporato, ha lanciato “un grande messaggio di unità non solo all’Oriente ma anche all’Occidente i cui cristiani sono chiamati ad annunciare il Vangelo senza vergogna, senza adagiarsi nell’indifferenza. L’impegno per i cristiani dell’Occidente è rinnovare la propria fede, riscoprirne le radici. La sofferenza dei cristiani in Medio Oriente – conclude il card. Sako – è anche per l’Occidente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo