Beni culturali ecclesiastici: Roma, a novembre convegno internazionale su loro dismissione e gestione. Il 10 luglio conferenza stampa

“Dio non abita più qui? Dismissione di luoghi di culto e gestione integrata dei beni culturali ecclesiastici” è il convegno internazionale in calendario il 29 e 30 novembre presso la Pontificia Università Gregoriana. A promuovere l’evento, in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018, sono Pontificio Consiglio della cultura – Dipartimento per i beni culturali; Conferenza episcopale italiana – Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto; Università Gregoriana – Facoltà di storia e beni culturali della Chiesa – Dipartimento dei beni culturali della Chiesa. L’appuntamento verrà presentato il prossimo 10 luglio a Roma, presso il Pontificio Consiglio della cultura (via della Conciliazione, 5 – ore 11.30). Alla conferenza stampa interverranno il card. Gianfranco Ravasi, presidente del Dicastero vaticano; mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei e presidente dell’Apsa (Amministrazione del patrimonio della Sede apostolica); Ottavio Bucarelli, direttore del Dipartimento dei beni culturali della Chiesa della Pontificia Università Gregoriana. Nella prima giornata del convegno, si legge in un comunicato, verrà affrontato il grave e urgente problema della sovrabbondanza di chiese e della loro nuova destinazione. Nella seconda giornata l’attenzione sarà rivolta alla gestione e valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico come un aspetto della attività pastorale delle diocesi. Tra i relatori del convegno, dopo i saluti del card. Ravasi e di mons. Galantino, don Valerio Pennasso (direttore Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Cei); Paweł Malecha (Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, Vaticano); Maud de Beauchesne-Cassanet (Conférence des évêques de France, Départment d’Art Sacré, Paris).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo