Solidarietà: Ciai, nel 2017 aiutate nel mondo oltre 100mila persone di cui 34mila bambini

Sono 101.596 le persone – di cui 34.514 bambini – che nel corso del 2017 hanno beneficiato dei servizi offerti nel 2017 da Ciai, Centro italiano aiuti all’infanzia, che quest’anno festeggia i 50 anni di fondazione. Il numero maggiore di persone aiutate è in Etiopia, con 33.292 beneficiari. Seguono Cambogia (22.011), India (18.483), Burkina Faso (8.630), Costa d’Avorio (7.237), Italia (5.067), Thailandia (4.374), Vietnam (1.673), Nepal (509), Afghanistan (300), Colombia (16) e Cina (4). Sono questi alcuni dei dati più significativi forniti oggi presso il Centro San Fedele di Milano ad operatori del settore e donatori in occasione della presentazione ufficiale del Bilancio di Impatto sociale Ciai 2017, che assume in questa importante ricorrenza un valore ancora maggiore, perché è soprattutto un bilancio di mezzo secolo di impegno concreto. Dal 1968 ad oggi, il Ciai ha svolto le proprie attività in 25 Paesi del mondo, garantendo protezione, inclusione sociale e benessere a un milione di persone, di cui la metà bambini, lavorando insieme alle loro famiglie, alla scuola, alla comunità e alle istituzioni. Tra loro anche i 3.115 bambini che hanno trovato una famiglia in Italia attraverso l’adozione internazionale.
“In questi primi 50 anni di attività – commenta Paola Crestani, presidente di Ciai – non abbiamo mai avuto timore di cambiare per riuscire a fare meglio il nostro lavoro ma siamo sempre stati fedeli ai nostri valori. Crediamo che la diversità sia una ricchezza per tutti e che l’accoglienza sia un valore fondamentale, sempre. Crediamo che la trasparenza e l’onestà siano alla base di ogni relazione e anche per questo abbiamo cura di rendicontare attentamente il nostro operato”. Nel 2017 il 75% degli interventi è stato dedicato all’inclusione sociale, il 21% dei progetti ha interessato l’ambito della protezione dei minori e il 4% delle attività ha avuto come obiettivo la promozione del benessere psico-emotivo. Sempre nel 2017, sono state 34 le famiglie che grazie a Ciai hanno accolto – attraverso l’adozione internazionale – 35 bambini provenienti da 7 Paesi diversi: Burkina Faso, Cina, Colombia, Costa d’Avorio, Etiopia, India e Thailandia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa