Immigrazione: Dines (European University Institute), “non possiamo più parlare in termini di emergenza, ma di risorsa per lo sviluppo sociale”

“È un luogo comune dire che l’immigrazione sta aumentando. Anzi, da alcuni anni si è quanto meno stabilizzata ed è anche diminuita”. La ha detto Nick Dines, ricercatore della Europea University Institute, intervenendo questa mattina a Reggio Calabria al Coordinamento nazionale immigrazione della Caritas. “Bisogna ripartire dai territori, che pure sono in prima linea a recepire tutte le politiche nazionali, perché tutte le città si sono sviluppate grazie all’emigrazione. Nelle città piccole, nei borghi del nostro Paese, c’è la consapevolezza della reale storia della migrazione, che è una risorsa e uno strumento per contrastare le politiche nazionali che vanno in un’altra direzione rispetto all’accoglienza diffusa”. Per Dines, che ha presentato alcuni progetti in Italia di accoglienza e integrazione, “non possiamo più parlare in termini di emergenza, ma di risorsa per lo sviluppo sociale, la coesione sociale, per creare lavoro. È l’occasione per un barlume di ottimismo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori