Diocesi: mons. Marciante (Cefalù), nuove nomine per “un processo sinodale di rinnovamento”

Il vescovo di Cefalù, mons. Giuseppe Marciante, “avviando un processo sinodale di rinnovamento e tenendo conto dei tanti talenti diffusi nel territorio diocesano”, ha nominato economo del Seminario diocesano e responsabile della struttura Seminario estivo “San Guglielmo” in Castelbuono, mons. Francesco Casamento, parroco a Castelbuono nella parrocchia Natività di Maria Vergine e coordinatore del vicariato di Castelbuono. Don Matteo Castiglione, amministratore parrocchiale a Bompietro e a Locati nelle parrocchie SS. Apostoli Pietro e Paolo e Sacra Famiglia, è stato nominato presidente della Consulta diocesana per l’arte sacra, i beni culturali e l’edilizia di culto. Ad entrambi, le cui nomine hanno immediata esecutività, Marciante auspica “passione educativa verso quanti sceglieranno il Seminario come luogo per trascorrere un tempo di discernimento spirituale; fantasia pastorale nel progettare itinerari spirituali e culturali, valorizzando i preziosi beni ecclesiastici che arricchiscono i Comuni della nostra diocesi”. Inoltre, per “favorire una più continua ed efficace cura della vita e delle attività della cattedrale”, il presule ha nominato delegato vescovile per la stessa il can. Domenico Messina, parroco a Cefalù nelle parrocchie S. Agata e Maria SS.ma Addolorata e maestro delle cerimonie liturgiche episcopali e responsabile del Servizio diocesano per la Pastorale liturgica. “Che la nostra basilica cattedrale sia sempre più la Casa del Signore, la Casa di tutti, aperta a tutti”, l’augurio del vescovo. La nomina del can. Messina ha esecutività dal prossimo 1° settembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori