Tratta: Unione europea recepisce sanzioni Onu contro sei trafficanti libici, “figure chiave nelle attività di contrabbando di migranti”

(Bruxelles) Il Consiglio dell’Unione europea ha recepito nel diritto Ue sanzioni adottate dalle Nazioni Unite per sei trafficanti di esseri umani e contrabbandieri operanti in Libia, quattro di nazionalità libica e due di nazionalità eritrea. Le sanzioni impongono il divieto di viaggio, il congelamento dei beni e altre misure legate all’esportazione illecita di petrolio. Lo rende noto un comunicato diffuso oggi a Bruxelles: le persone del caso sono “figure chiave nella tratta di esseri umani e nelle attività di contrabbando di migranti in e intorno alla Libia”. Si tratta della prima volta in cui l’Onu impone sanzioni a trafficanti di esseri umani. La decisione, che è stata presa il 7 giugno scorso dal Comitato del Consiglio di sicurezza Onu, è “il risultato di sforzi coordinati di diversi Stati membri dell’Ue”. Le misure rientrano nell’“approccio globale” dell’Ue alla “gestione della migrazione”, di cui la tratta di esseri umani e il contrabbando sono “parte essenziale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo