Cyberbullismo: Casellati, “fenomeno preoccupante”. Ma “il web è una risorsa straordinaria, demonizzarla non serve”

“Il cyberbullismo è un fenomeno preoccupante che sfrutta le potenzialità della rete internet amplificandone gli effetti. Il web è una risorsa straordinaria che consente di fare cose inimmaginabili per le generazioni passate. Demonizzarla non serve, ma tutti noi abbiamo il dovere di controllarne gli effetti e di gestire le potenzialità dei nuovi strumenti tecnologici a tutela dei più deboli”. Lo ha affermato questa mattina il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, aprendo nella sala Koch di Palazzo Madama la presentazione della Relazione 2017 al Parlamento dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza. La presidente, parlando del cyberbullismo, ha rilevato l’importanza del “coinvolgimento attivo di tutti i soggetti istituzionali, comprese le scuole, senza dimenticare il ruolo decisivo dei genitori”. “Il compito di tutti i soggetti coinvolti – ha rilevato la Casellati – è quello di rendere visibili fenomeni latenti. O per meglio dire, di rendere visibili quelle ragazze e quei ragazzi che trovano un rifugio nei nuovi mezzi di comunicazione perché incapaci o impossibilitati ad affrontare i propri disagi nel mondo reale”. La presidente del Senato ha anche auspicato che “in questa legislatura si possa affrontare finalmente e portare all’approvazione un provvedimento che istituisca il tribunale della famiglia. È infatti quanto mai indispensabile, in considerazione dei mutamenti sociali in atto e delle nuove tipologie di famiglia che si stanno costituendo, che vi sia un elevato grado di specializzazione della magistratura chiamata ad assumere decisioni delicate che incidono in maniera sensibile sui soggetti più deboli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa