Lavoro: Istat, tasso di disoccupazione in lieve aumento. Rilevante riduzione di quello di inattività

Nel primo trimestre 2018, “il tasso di disoccupazione presenta un lieve aumento rispetto al trimestre precedente e diminuisce in confronto a un anno prima, laddove quello di inattività mostra un moderato calo in entrambi i confronti. Nei dati di aprile 2018, in termini congiunturali, la stabilità del tasso di disoccupazione si associa alla rilevante riduzione di quello di inattività”. Lo rileva oggi l’Istat, diffondendo i dati su “Il mercato del lavoro” relati al I trimestre dell’anno. “Nel confronto tendenziale – si legge in una nota – per il quarto trimestre consecutivo prosegue la diminuzione dei disoccupati (-135mila in un anno, -4,3%) che interessa entrambi i generi e in circa nove casi su dieci riguarda i giovani 15-34enni. La riduzione degli inattivi di 15-64 anni (-87mila, -0,6%) è dovuta esclusivamente alle donne ed è concentrata nel Mezzogiorno”. Nei dati di flusso gli ingressi nell’occupazione aumentano soltanto verso il lavoro a termine; l’incremento coinvolge soprattutto gli individui con elevato livello di istruzione e i residenti nel Mezzogiorno.
“Dal lato delle imprese – prosegue l’Istituto nazionale di statistica – si confermano i segnali di crescita congiunturale della domanda di lavoro, con un aumento delle posizioni lavorative dipendenti dello 0,8% sul trimestre precedente e del 3,3% su base annua, sintesi della crescita sia dell’industria sia dei servizi”. “L’aumento delle posizioni lavorative – rileva l’Istat – è tuttavia associato a una diminuzione delle ore lavorate per dipendente su base congiunturale (-0,5%), mentre queste rimangono invariate su base annua. Continua, inoltre, la flessione del ricorso alla cassa integrazione”.
Secondo i dati diffusi, le retribuzioni mostrano una lieve crescita rispetto al trimestre precedente (+0,1%) ma rimangono stabili su base annua. Gli oneri sociali aumentano dello 0,5% su base congiunturale e dell’1,5% su base annua. “Il costo del lavoro – si rileva – cresce dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dello 0,4% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa