Repubblica Centrafricana: Touadéra (presidente), “provocazione per suscitare la vendetta sui musulmani”

Questa mattina il presidente della Repubblica Centrafricana, Faustin-Archange Touadéra, ha reso visita al cardinale Dieudonné Nzapalainga per esprimere alla Chiesa le condoglianze dopo il massacro avvenuto ieri nella parrocchia Nostra Signora di Fatima a Bangui, dove alcuni militanti islamici hanno ucciso almeno 16 persone e ferito altre 60. Touadéra ha proclamato un lutto nazionale di tre giorni, a partire da domani. “Ancora una volta, i nemici della pace e dell’unità hanno seminato la tristezza, la desolazione e il lutto a Bangui e nella Repubblica Centrafricana” ha scritto in un messaggio il presidente, puntando il dito contro “gruppuscoli” che hanno scatenato quanto avvenuto per “provocazione” e per “suscitare la vendetta sui musulmani”. Touadéra ha chiesto di “non cedere alla provocazione dei nemici della pace” con vendette e rappresaglie e ha assicurato che i responsabili saranno portati di fronte alla giustizia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori