Pedofilia: adesione del Senato alla Giornata bambini vittime. Casellati scrive a don Di Noto, “apprezzamento” per l’opera di Meter

“Caro don Fortunato, nell’esprimere la mia adesione alla Giornata bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e dell’indifferenza contro la pedofilia, partecipo idealmente alle celebrazioni che si svolgeranno dal 25 aprile al 6 maggio, alle quali ho volentieri concesso il patrocinio del Senato. In questa occasione vorrei manifestare il mio personale apprezzamento per l’opera svolta dalla vostra Associazione, che si confronta quotidianamente con episodi di infanzia violata. Alla realizzazione di questa difficile missione contribuiscono, con impegno, determinazione e coraggio, tanti volontari, ai quali rivolgo il mio più sincero ringraziamento”. Così il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, con una lettera inviata a don Fortunato Di Noto, presidente di Meter onlus, ha manifestato l’apprezzamento e la partecipazione alla XXII Giornata bambini vittime contro la pedofilia che si concluderà il 6 maggio con il raduno a Piazza S. Pietro per partecipare al Regina Coeli di Papa Francesco. Lo stesso ha fatto il presidente della Camera, Roberto Fico, che ha concesso il patrocinio alla XXII Giornata bambini vittime.
Meter, in una nota ricorda anche che “la Chiesa italiana ha manifestato la piena solidarietà e coinvolgimento; il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, con una lettera, ha invitato tutte le diocesi ad aderire alla manifestazione”. Sono 35 le diocesi italiane coinvolte. “Anche la Chiesa nazionale del Libano (parrocchia maronita di Roma) ha aderito e attraverso il Bollettino ha diffuso l’iniziativa della Giornata”, ricorda Meter. Molte le associazioni che hanno aderito facendo rientrare nelle loro manifestazioni un momento di riflessione e condivisione, “dalla Maratona ad Avola, con la partecipazione di 550 podisti, alla Pedalata della solidarietà, con migliaia di partecipanti che si è conclusa a Marina di Ragusa”. Infine, “in 30 città sono stati affissi 3.500 manifesti che richiamano all’impegno senza sosta contro le violenze sui bambini e contro gli abusi, la pedofilia e la pedopornografia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori