Festival Biblico: Vicenza, domani serata inaugurale della XIV edizione dedicata al “futuro”. Intervengono padre Manicardi e la giornalista Concita De Gregorio

Si aprirà ufficialmente domani, giovedì 3 maggio, con la serata inaugurale a Vicenza, che vedrà sul palco la giornalista Concita De Gregorio e padre Luciano Manicardi, priore della Comunità di Bose, la quattordicesima edizione del Festival Biblico dedicata quest’anno al tema del “futuro”. L’incontro, dal titolo “L’attesa dice il futuro. Il bisogno primario di connettere l’oggi al domani”, rifletterà sulla necessità di sperare insita nell’uomo e nella donna e vedrà anche la partecipazione del Coro “Gioventù In Cantata”. Le prime due sedi che partiranno con la programmazione, da venerdì 4 a domenica 6 maggio, saranno Verona e Vittorio Veneto.
A Verona, tra gli ospiti principali, venerdì 4 maggio il diplomatico Grammenos Mastrojeni, che parlerà di ecologia e sostenibilità ambientale e sociale, Grégoire Ahongbonon, laico del Benin da anni impegnato nella cura dei malati mentali in Africa, e mons. Timothy Verdon, ospite dell’incontro “Bellezza come Rivelazione”. Sabato 5 maggio sarà, invece, il momento di Paolo Cevoli, protagonista nel pomeriggio di uno speciale incontro-intervista e, in serata, sul palco del Teatro Ristori, con lo spettacolo “La Bibbia”. Tra gli altri appuntamenti in programma nella giornata di sabato “I.A. Quale futuro per noi umani” – un laboratorio per confrontarsi sul rapporto tra etica e pratica con l’avvento del mondo dei robot – e “E se esistesse la vita aliena?”, un dialogo a due voci tra un cosmologo e un teologo per interrogarsi su come cambierebbe la nostra percezione di Dio se scoprissimo l’esistenza di altre forme di vita nell’universo. Nel corso dei tre giorni saranno inoltre numerose le proposte di itinerari e visite guidate tematiche alla scoperta della città scaligera.
La sede di Vittorio Veneto indagherà, invece, la contemporaneità (per dare una lettura del futuro), attraverso i linguaggi dell’architettura civile – con l’incontro “Abitare il futuro. Pensare la casa del domani tra psicologia e architettura” con Tito Sartori, Carla Palù e Giacomo Dall’Ava – e del cibo: “Insetti come cibo del futuro?” è il titolo dell’appuntamento che si interrogherà sul reale valore e importanza dell’entomofagia in prospettiva futura. Entrambi gli incontri sono in programma sabato 5 maggio, rispettivamente a Conegliano (Tv) e Vittorio Veneto (Tv. Sempre sabato 5 l’appuntamento “Vere e false profezie. Dalla profezia biblica alla fake news”, con lo psicologo Adolfo Morganti e il biblista Maurizio Girolami, a Sacile (Pn), e “Il futuro dell’universo” con il teologo Francesco Brancato e l’astrofisico Marco Bersanelli, a Conegliano (Tv).
Il Festival proseguirà nel mese di maggio nelle altre sedi coinvolte: a Padova dall’11 al 13 maggio, a Rovigo dal 17 al 20 maggio, nelle sedi della provincia di Vicenza dal 16 al 22 maggio e, infine, a Vicenza dal 22 al 27 maggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori