Diocesi: Termoli-Larino, stop alla Carrese. Mons. De Luca, “istituzioni predispongano norme per conservare identità comunità”

“Se la norma si limita a reprimere, sopprimere, proibire, in questi casi viene meno alla sua genuina finalità; il legislatore sa molto bene che non può e non deve lasciarsi condizionare da pregiudizi ideologici, di qualunque natura, nei confronti di pubbliche espressioni di popolo che da secoli sono retaggi culturali che rafforzano i suoi valori fondanti, ma deve far sì che questi possano esser riaffermati pur dentro un adeguato quadro normativo, anzi proprio grazie a questo”. Lo scrive in una nota mons. Gianfranco De Luca, vescovo di Termoli-Larino, a proposito del mancato svolgimento della Carrese di San Martino in Pensilis, corsa di carri che era in programma il 30 aprile, per ragioni di sicurezza. “La fede di ogni comunità, consolidata e tramandata da secoli – aggiunge il presule -, si incarna nel vissuto quotidiano e assume tutte le forme culturali in cui si esprime la vita del popolo, profondamente legata ai ritmi delle stagioni, al lavoro della terra, al rapporto simbiotico con gli animali”. Il vescovo sottolinea come “nel succedersi delle generazioni questo humus profondo non si perde ma si rinnova e si riattualizza coniugando l’essenziale con le esigenze della modernità, con i cambiamenti epocali”. Quindi, le istituzioni devono predisporre “norme affinché quel nucleo culturale, autentico, identitario venga conservato, vissuto, celebrato tenendo fermo l’obiettivo di favorire i valori di cui, nelle sue forme tipiche, quella particolare comunità vive”. Tutto ciò a patto di “favorire un corretto e sicuro svolgimento di eventi e manifestazioni”. Infine, l’invito del vescovo alle “singole comunità” a “non rinunciare alla loro cultura e alle tradizioni”, ma a “elaborare progetti e ‘sognare prospettive’ proprio in vista della conservazione e della continua rivitalizzazione delle loro ricchezze storico-culturali, pretendendo che le istituzioni non impediscano le manifestazioni, ma dialoghino con le parti in causa per la buona riuscita delle manifestazioni stesse”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori