Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Raid israeliano a Gaza contro Hamas. Leader Ue uniti per salvare accordo con Iran su nucleare

Medio Oriente: nuovo raid di Israele contro postazioni Hamas nella Striscia di Gaza

Nella notte l’esercito israeliano ha attaccato con raid missilistici sei postazioni di Hamas in tutta la Striscia di Gaza. Secondo il portavoce delle forze di difesa israeliane (Idf) quelli colpiti, in risposta agli attacchi militari di ieri, sono target “appartenenti ad Hamas nel nord della Striscia di Gaza, 4 dei quali sono in un compound militare, compresi edifici e infrastrutture terroristiche”. Inoltre, altri tre obiettivi sono stati colpiti “in un impianto di produzione di armi”. Hamas – ha aggiunto il portavoce – “pagherà le conseguenze degli atti di terrore compiuti da Gaza contro i cittadini e la sovranità di Israele”.

Nucleare iraniano: leader Ue uniti per salvare accordo

I leader dei Paesi e delle istituzioni dell’Unione europea, riuniti a Sofia per il vertice Ue-Balcani occidentali, hanno condiviso un “approccio unito” per confermare l’accordo sul nucleare iraniano del 2015, dopo che il presidente americano Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall’intesa. Dai vertici europei consenso ad un piano che include il sostegno all’accordo “sino a quando l’Iran lo rispetterà”. Inoltre hanno concordato di “iniziare a lavorare per proteggere le compagnie europee” che verrebbero penalizzate dalle decisioni degli Stati Uniti di reintrodurre sanzioni economiche.

Ue-Balcani occidentali: Sofia, in mattinata il vertice per imprimere un nuovo slancio alle relazioni

Dopo la cena informale con menu tipico bulgaro a cui hanno partecipato ieri sera, i leader europei partecipano questa mattina a Sofia al vertice che mira a imprimere un nuovo slancio alle relazioni tra Unione europea e Balcani occidentali. Nel summit dovrebbe ribadire l’impegno dell’Ue nei confronti dei suoi partner dei Balcani occidentali con il rafforzamento dei collegamenti infrastrutturali e di connettività digitale e umana. I leader dei 28 Paesi Ue più quelli dei 6 Stati balcanici – Albania, Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, ex Repubblica iugoslava di Macedonia e Kosovo – dovrebbero anche accordarsi su come collaborare in modo più stretto per affrontare sfide comuni, come sicurezza, migrazioni, sviluppi geopolitici e le relazioni di buon vicinato. Con il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e quello della Commissione europea Jean-Claude Juncker, sono presenti al vertice anche il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, e il commissario responsabile per la politica europea di vicinato e i negoziati di allargamento, Johannes Hahn.

Stati Uniti: sicurezza, Fbi indaga su 1.000 presunti lupi solitari e altrettanti “terroristi domestici”

Negli Stati Uniti sono circa 1.000 le inchieste su presunti lupi solitari nei 50 stati americani ed altre 1.000 sono quelle su “terroristi domestici”. Lo ha rivelato il capo dell’Fbi, Christopher Wray, in un’audizione ad una commissione del Congresso. Wray ha aggiunto che i lupi solitari “rappresentano la massima priorità” nella lotta al terrorismo. Il direttore del Bureau ha sottolineato le difficoltà delle indagini nei confronti di questi soggetti visto che “non ci sono molti punti in comune tra queste persone”, e ha spiegato che “puntano a obiettivi soft, utilizzano armi facili da usare come ordigni artigianali, auto, coltelli e pistole”.

Criminalità organizzata: Napoli, 6 arresti per camorra e affari

Ci sono anche due medici tra le sei persone arrestate dalla Direzione investigativa antimafia (Dia) di Napoli con l’accusa, a vario titolo, di riciclaggio, intestazione fittizia di beni e favoreggiamento. L’operazione è stata eseguita a seguito di indagini della Direzione distrettuale antimafia finalizzate al contrasto delle attività finanziarie della camorra e in particolare dell’agguerrito clan Lo Russo. Dei 6 arresti (4 in carcere e 2 ai domiciliari) due riguardano medici – un anestesista e un chirurgo estetico – molto noti a Napoli, accusati di riciclare denaro del clan in attività di ristorazione. In cella è finito anche Domenico Mollica, cognato dell’ex capo clan Carlo Lo Russo.

Terremoto Centro Italia: poco prima delle 6 scossa di magnitudo 2.9 nel reatino

Alle 5.57 la terra è tornata a tremare nel reatino. Una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 è stata infatti registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, localizzata dalla sala sismica di Roma a 5 chilometri a sud-ovest di Amatrice e a 10 chilometri da Accumoli. Ipocentro a 11 chilometri di profondità. Non sono stati segnalati danni a persone o cose.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa