Parlamento Ue: Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, a Bruxelles “per chiarire le questioni legate all’uso dei dati personali”

(dall’inviato a Sofia) “La Conferenza dei presidenti ha concordato che Mark Zuckerberg debba venire a chiarire le questioni legate all’uso dei dati personali in un incontro con i rappresentanti del Parlamento europeo”. Ora è ufficiale, il fondatore di Facebook ha accettato l’invito dell’Euroassemblea e sarà a Bruxelles “quanto prima”, dice il presidente Antonio Tajani, “possibilmente già la settimana prossima per incontrare i presidenti dei gruppi politici del Parlamento e il presidente e il relatore della commissione per le Libertà civili, giustizia e affari interni”. Tajani, che partecipa a Sofia al vertice Ue-Balcani, specifica: “I nostri cittadini meritano una completa e dettagliata spiegazione. Apprezzo che Mark Zuckerberg abbia deciso di presentarsi di persona davanti ai rappresentanti di 500 milioni di europei. È un passo nella giusta direzione per ristabilire la fiducia”. “La priorità del Parlamento è garantire il corretto funzionamento del mercato digitale, con un’elevata protezione dei dati personali, regole efficaci sui diritti d’autore e la tutela dei diritti dei consumatori. I giganti del web devono essere responsabili per i contenuti che pubblicano, incluse le notizie palesemente false e i contenuti illeciti. La libertà deve sempre essere accompagnata dalla responsabilità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia