Papa Francesco: udienza, “l’educazione cristiana è un diritto dei bambini”

foto SIR/Marco Calvarese

“L’educazione cristiana è un diritto dei bambini”. Ad affermarlo, ripetendolo due volte, è stato il Papa, che nell’udienza di oggi ha concluso il ciclo di catechesi sul battesimo, primo passo dell’iniziazione cristiana. “Se si tratta di bambini, è compito dei genitori, insieme a padrini e madrine, aver cura di alimentare la fiamma della grazia battesimale nei loro piccoli, aiutandoli a perseverare nella fede”, ha spiegato il Papa, ricordando che l’educazione cristiana “tende a guidarli gradualmente a conoscere il disegno di Dio in Cristo: così potranno ratificare personalmente la fede nella quale sono stati battezzati”. “La presenza viva di Cristo, da custodire, difendere e dilatare in noi, è lampada che rischiara i nostri passi, luce che orienta le nostre scelte, fiamma che riscalda i cuori nell’andare incontro al Signore, rendendoci capaci di aiutare chi fa la strada con noi, fino alla comunione inseparabile con lui”, ha proseguito Francesco. Quel giorno, ha aggiunto citando l’Apocalisse, “non vi sarà più notte, e non avremo più bisogno di luce di lampada né di luce di sole, perché il Signore Dio ci illuminerà. E regneremo nei secoli dei secoli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia