Missioni: Pescara, il 13 maggio la festa nazionale dei ragazzi “annunciatori del Vangelo”

Sono oltre 650, tra bambini e accompagnatori, le persone attese da tutta Italia, domenica 13 maggio, a Pescara, per la festa nazionale dei ragazzi missionari, organizzata da Missio Ragazzi, settore della Fondazione Missio. In tutto saranno un migliaio con gli arrivi previsti dalle zone limitrofe. “Ragazzi missionari all’opera” è il titolo scelto per sottolineare l’importanza di “poter essere annunciatori del Vangelo sin dalla più tenera età”. Si tratta di “un invito a rimboccarsi le maniche e a lasciarsi coinvolgere in prima persona nell’avventura missionaria che entusiasma, rafforza nella fede, insegna l’attenzione al prossimo e il senso di responsabilità”. La giornata prevede giochi, testimonianze missionarie, parate con le bandiere di 100 Stati diversi, artisti di strada e bande musicali che si esibiranno nelle varie piazze dove si svolgeranno le diverse attività, lancio di palloncini. A conclusione della giornata, la messa presieduta da mons. Giuseppe Satriano, vescovo di Rossano-Cariati e membro della Commissione episcopale per l’evangelizzazione dei popoli e la cooperazione tra le Chiese della Cei. A tutti i bambini che parteciperanno sarà donato il Vangelo secondo Matteo, tradotto per l’occasione in cinque lingue. “Un segno concreto per far capire che la fede in Cristo è universale e che tutti i fedeli in Gesù sono uniti dalla stessa Parola”. “Missio Ragazzi è ‘lievito nella pasta’, dove ‘il lievito’ è la sensibilità missionaria che la Chiesa italiana, tramite la Fondazione Missio, vuole veicolare ovunque”, spiega don Mario Vincoli, responsabile di Missio Ragazzi e segretario nazionale della Pontificia Opera Infanzia Missionaria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia