Fake news e giornalismo di pace: Signis e Segreteria per la Comunicazione lanciano il concorso internazionale “#giveTRUTHvisibility”

Un concorso per la realizzazione di poster e video rivolto a comunicatori, grafici e video maker di tutto il mondo sul tema della 52ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali “La verità vi farà liberi: Fake news e giornalismo di pace”. A lanciare “#giveTRUTHvisibility”, “raccogliendo la sfida di un argomento così caldo e attuale”, sono Signis (Associazione mondiale cattolica per la comunicazione) e la Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. “I partecipanti – spiegano i promotori – possono inviare i loro video o manifesti sul tema del messaggio”. Per i vincitori è previsto un premio in denaro. “Incoraggiamo talenti da tutto il mondo ad affrontare questo tema così importante e a far conoscere il proprio lavoro attraverso la nostra rete mondiale di media cattolici”, dichiara Helen Osman, presidente di Signis. Nataša Govekar, direttore del dipartimento teologico-pastorale del Segretariato per la Comunicazione del Vaticano e collegamento ufficiale con Signis, spiega che la nuova iniziativa mira ad incoraggiare un dialogo internazionale sul tema delle “fake news”. “Speriamo che questo concorso – afferma – spinga e motivi soprattutto i giovani a contribuire in modo creativo al tema delle fake news e verso un giornalismo di pace”. La richiesta di partecipazione deve essere completata e inviata entro il 30 settembre 2018. I poster e i video saranno diffusi in tutto il mondo attraverso i membri di Signis, presenti in 90 nazioni. Dettagli per l’iscrizione al concorso e sul copyright sono reperibili sulla pagina Facebook www.facebook.com/signiscompetitions/.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia