Diocesi: Padova, il vescovo Cipolla ha visitato ieri la zona di insediamento produttivo di San Nicolò

Dopo la veglia diocesana per il lavoro dello scorso 2 maggio svoltasi all’interno delle Officine Facco & C. Spa di Campo San Martino, ieri il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, ha visitato alcune attività e aziende dell’insediamento produttivo del comune di Ponte San Nicolò per dare sempre maggiore continuità all’attenzione al territorio e alle realtà periferiche del territorio diocesano. La mattinata ha preso il via con una breve visita e una colazione alla pasticceria La Specola di via Volturno. Il presule era accompagnato da suor Francesca Fiorese, direttore dell’Ufficio di pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Padova e da Egidio Zaniolo dell’équipe della Cappellania San Giuseppe della Zona industriale di Padova. Tre le attività incontrate da mons. Cipolla: la Nuovaolma sas, carpenteria di infissi e arredo a conduzione familiare con una ventina di dipendenti; Alchimia srl, fondata 25 anni fa da un gruppo di ex ricercatori esperti in chimica, microbiologia, farmacologia, che produce tre linee di dispositivi medici – liquidi per chirurgia oftalmica e distacco della retina; liquidi per la conservazione di cornee; prodotti per la conservazione e la processazione di tessuti umani (Human Tissue Processing) -; il Sacchettificio nazionale G. Corazza Spa, realtà storica ma in continua evoluzione che ha dato vita alla Zona industriale e impiega 180 persone. Il vescovo Claudio in tutte e le realtà ha incontrato i titolari e i dipendenti, visitato gli ambienti di lavoro e  in un momento di incontro, preghiera e benedizione ha rammentato che “il lavoro è umano quando è alternato al riposo e alla festa; il lavoro è umano e meno duro quando è fatto insieme” e “quando riesce a creare una società migliore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia