Austria: 70° Movimento Uomini cattolici. Wimmer, “contributo attivo nella società e nella Chiesa secondo il Vangelo”

Il Movimento degli Uomini cattolici d’Austria (KmbÖ) celebra in questi giorni i 70 anni dalla fondazione. Nato il 13 maggio 1948 a Lambach (Alta Austria), con 30mila appartenenti è oggi la più grande organizzazione maschile austriaca. Fin dall’inizio, il KmbÖ ha svolto la propria missione come “un contributo alla partecipazione attiva nella società e nella Chiesa secondo lo spirito del Vangelo”, ha detto il presidente Leopold Wimmer in un comunicato stampa odierno. Per il 23 giugno è stata indetta una grande celebrazione presso il luogo di nascita, Lambach. Il movimento offre lo spazio per incontrarsi e sostenersi nelle varie situazioni della vita, ha sottolineato Wimmer, e fra i tratti distintivi del movimento vi sono la cura pastorale e il cammino comunitario. Alla luce degli sviluppi sociali dal 1948, il KmbÖ “continuerà in futuro a seguire tutto ciò che partecipa al cammino degli uomini”, ha detto Wimmer. Il Movimento si impegna per la cooperazione allo sviluppo e per un mondo giusto attraverso una campagna di raccolta fondi denominata “Be Free”. Dal 1980 il KmbÖ assegna il premio “Arcivescovo Romero” per le campagne internazionali per i diritti umani. Negli ultimi anni, il movimento ha fatto una scelta preferenziale per l’assistenza al “lavoro del padre”, che anche per l’aumento delle situazioni di disoccupazione rende più complicato il ruolo genitoriale. Per questo KmbÖ è membro fondatore dell’Organizzazione delle associazioni per il lavoro maschile in Austria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia