Argentina: depenalizzazione aborto. Dal 13 maggio una preghiera di san Giovanni Paolo II per la vita al termine delle messe

La Conferenza episcopale argentina (Cea) ha invitato oggi tutta la Chiesa a iniziare un periodo di “preghiera incessante” per la vita e, in particolare, per la vita del nascituro. L’appello, propiziato dalle Commissioni episcopali “Laici e Famiglia”, Comunicazioni sociale, Liturgia e Pastorale della Salute, è stato lanciato mentre è in discussione al Parlamento la depenalizzazione dell’aborto. Al centro di questa iniziativa, avviata dalla Chiesa argentina nell’ambito della campagna “ValetodaVida”, l’intenzione di aiutare con la preghiera coloro che avranno la responsabilità di prendere una decisione in ambito legislativo. Secondo quanto annunciato, questo momento speciale di preghiera si estenderà dalla festa dell’Ascensione del Signore, domenica 13 maggio, fino alla Solennità del Corpus Domini, domenica 3 giugno, e prevede la lettura di un’orazione di san Giovanni Paolo II, rivolta a Maria, a conclusione di tutte le celebrazioni liturgiche del periodo. I vescovi hanno inoltre espresso la loro adesione alle marce in difesa della vita organizzate in tutto il Paese, auspicando che ciascuna di quelle manifestazioni sia un’opportunità per testimoniare con rispetto e democraticamente l’amore per la vita.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia