Celam: lettera pastorale su “Casa comune e Laudato si’”. Il plauso di Cidse e Rete Iglesias y Minería, “un grande contributo”

La Famiglia internazionale delle organizzazioni di giustizia sociale cattoliche (Cidse) insieme alla Rete latinoamericana Iglesias y Minería esprimono in una dichiarazione pubblica, già consegnata agli interessati, i loro saluti e congratulazioni ai vescovi latino-americani per la lettera pastorale “Discepoli missionari custodi della casa comune – Discernimento alla luce dell’enciclica Laudato si’”, pubblicata dal Celam, che viene presentata oggi ai presidenti e segretari generali delle Conferenze episcopali latinoamericane. Le due organizzazioni considerano il documento ecclesiale “un grande contributo”, non solo perché è stata elaborata in forma molto partecipata, ma anche perché sarà uno strumento prezioso per la formazione, la riflessione e l’azione delle comunità cristiane che lavorano nelle zone colpite da miniere e altre industrie estrattive.
“In qualità di rete che accompagna le comunità colpite dalle industrie estrattive, esprimiamo il nostro accordo con l’analisi sulla situazione di gravità ambientale e sulle sfide poste dalla lettera pastorale dei vescovi dell’America Latina in relazione alla cura della nostra casa comune e, in tal modo, alla difesa dei diritti e dei territori delle comunità”, si legge nella nota.
Come istituzioni cristiane e cattoliche, prosegue il comunicato, “ci siamo impegnati a diffondere la Lettera pastorale e a fare buon uso del contenuto che ci riguarda, secondo i nostri principi”, in particolare “ascoltando le grida delle comunità colpite dalle miniere, calpestate da parte di Stati, imprese e dai Governi che si susseguono di volta in volta, rinnovando il nostro impegno a continuare l’accompagnamento delle comunità nella difesa dei loro diritti e dei loro territori”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori