Papa Francesco a Pietrelcina: mons. Accrocca (Benevento), “così riconosce l’incidenza di questo territorio sull’itinerario spirituale di san Pio”

“Il gesto di Papa Francesco è il riconoscimento della significatività di questo territorio e della sua incidenza sull’itinerario spirituale di san Pio”. Lo dice al Sir mons. Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento, a proposito della visita pastorale di Papa Francesco a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo, in programma il 17 marzo per onorare la memoria del Santo del Gargano. “Una visita che ci fa ben sperare, soprattutto per una maggiore attenzione a questo territorio”, sostiene il presule, fiducioso che “il Papa ci offra anche qualche criterio di metodo per il futuro, su come proseguire il cammino in una terra come la nostra, dove non c’è lavoro e i giovani se ne vanno”. Una visita che, secondo mons. Accrocca, “è il riconoscimento, da parte del Santo Padre, che Padre Pio appartiene a questa terra. A Pietrelcina è nato, qui si è svolta la sua formazione”. Il presule ricorda le iniziative di “avvicinamento” alla visita del Papa. E, in particolare, quella della sera del 16 marzo, “quando presiederò una messa alle 21”. L’arrivo del Papa è previsto per le 8 del giorno successivo. “Ad accoglierlo saremo io e il sindaco. Poi ci dirigeremo verso l’olmo sotto il quale padre Pio si ritirava a pregare. È lì che sosterà in preghiera anche Papa Francesco, per poi tenere il suo discorso nel palco appositamente allestito per l’occasione, preceduto da un mio breve saluto – annuncia il presule -. Terminato il suo discorso, il Santo Padre saluterà alcuni padri del convento e ripartirà alla volta di San Giovanni Rotondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo