Chiara Lubich: card. Parolin (Santa Sede), “obbediente e docile, si è messa con fiducia nelle mani della Chiesa”

“Io credo che Chiara Lubich abbia dato alla Chiesa un contributo su un duplice fronte. Ha declinato questa dimensione carismatica che è il profilo mariano, mentre l’altro aspetto è quello dell’unità. In un mondo sempre più lacerato, in cui gli uomini si distruggono vicendevolmente, fare questa proposta diventa urgente”. Lo ha detto il segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, in un videomessaggio pubblicato da Vatican News, in cui ricorda “l’obbedienza e la docilità” della fondatrice dei Focolari “nei confronti della Chiesa”, nel decimo anniversario della morte, che ricorre oggi. “Lei si è messa con fiducia nelle mani della Chiesa. I Papi hanno contraccambiato questa relazione”, ha aggiunto il porporato. Oggi sono in programma iniziative in tutto il mondo per ricordare Chiara Lubich. A Roma, alle 18.30, nel santuario del Divino Amore, il card. João Braz de Aviz, prefetto della Congregazione per la vita consacrata, lo farà celebrando una messa in sua memoria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo