Libertà religiosa: figlia di Asia Bibi, “voglio pregare con il Papa per la liberazione di mia madre e dargli un bacio da parte sua e delle mie sorelle”

foto SIR/Marco Calvarese

“Voglio pregare insieme al Santo Padre per la liberazione di mia madre e, se possibile, voglio dargli un bacio da parte sua e delle mie sorelle”. Lo ha detto, questo pomeriggio, durante un incontro con la stampa a Roma, Eisham Ashiq, la figlia più piccola di Asia Bibi, condannata a morte in Pakistan con l’accusa di blasfemia e in carcere ormai da nove anni. La giovane sabato mattina incontrerà Papa Francesco assieme al padre e a una delegazione di Aiuto alla Chiesa che soffre, in occasione dell’iniziativa del #ColosseoRosso organizzata “per non dimenticare i martiri della persecuzione anticristiana nel mondo”. “Mi sento incompleta senza mia madre – ha raccontato la ragazza da poco maggiorenne –. Ci sono molte cose da donna e da giovane ragazza di cui mi posso confidare solo con lei. Anche se mio padre cerca di essere allo stesso tempo sia padre sia madre. Ma quello che è una mamma per una giovane ragazza può esserlo solo una mamma”. Il marito di Asia Bibi, Ashiq Masih, ha raccontato invece dell’ultimo incontro della famiglia con la donna. “La possiamo andare a trovare una volta al mese per 15 minuti. L’ultima visita in carcere è stata il 17 febbraio, prima di partire per l’Italia. Mia moglie sa di questo evento e mi ha chiesto di ringraziare la comunità internazionale per la sensibilità e chiede a tutti quanti di pregare per lei”. L’uomo ha raccontato anche gli sviluppi dell’iter processuale. “L’appello è stato presentato presso la Corte suprema del Pakistan. Speriamo che presto possa esserci un’udienza, anche se c’è un continuo rimando. Se non c’è la volontà di risolvere il caso, i tempi giuridici diventeranno molto lunghi”. Infine, un nuovo appello per Asia Bibi. “Grazie alla comunità e ai media internazionali lei è ancora viva oggi. Se tengono accesi i riflettori su di lei sarà possibile che anche l’attesa giudiziaria diventi minore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo