Consumi: Coldiretti, spesa online affossa negozi tradizionali ma aumentano vendite a mercati Campagna amica

Più di 2 italiani su tre (67%) hanno “visitato” un negozio on line mentre piu’ della metà (53%) hanno acquistato un prodotto o un servizio in rete. È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti sul rapporto Digital 2018 per verificare l’impatto dell’e-commerce in Italia dopo che la principale catena di grandi magazzini americana Walmart è crollata in Borsa, vittima della concorrenza di Amazon, il principale operatore mondiale degli acquisti on line. La spesa media sul web degli italiani – sottolinea Coldiretti – ha raggiunto i 595 euro a testa all’anno con un aumento dell’8% nell’ultimo anno a scapito del commercio tradizionale. “Sul podio dei prodotti più acquistati dagli italiani – spiegano i coltivatori diretti – l’abbigliamento ed i prodotti di bellezza con un importo di circa 4,3 miliardi di dollari all’anno, seguito dalle vacanze per 3,5 miliardi e i viaggi e dai giocattoli ed hobbies per 2,7 miliardi. Molto distanziato con un importo di 1,2 miliardi di dollari il settore del ‘food & personal care’ che però con un aumento del 15% è quello che fa registrare l’incremento maggiore nell’arco dell’anno”. Per il cibo , conclude Coldiretti, “si registra in realtà una polarizzazione nei comportamenti di acquisto con un numero crescente di consumatori che privilegia il rapporto diretto con i produttori come dimostra il successo dei mercati di vendita diretta degli agricoltori dove hanno fatto la spesa almeno una volta al mese 30 milioni di italiani nel 2017 secondo i dati Coldiretti/Ixè per la fondazione Campagna amica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo