Elezioni: Alleanza contro la povertà, le richieste sul Rei in vista del voto

Mantenere alta la soglia di attenzione sulle misure di contrasto alla povertà. È quanto chiede l’Alleanza contro la povertà ai candidati alle prossime elezioni. “Come ribadito in diverse occasioni in queste ultime settimane, con l’introduzione del reddito d’inclusione (Rei) – si legge in un comunicato – si è data prova di serietà e concretezza, attraverso una scelta storica che ha dotato l’Italia di una misura nazionale e strutturale contro la povertà assoluta. La misura va però completata per non aggiungere il Rei alla lunga serie di riforme incompiute del nostro Paese”. L’Alleanza chiede che venga estesa la copertura del Rei e venga incrementato il contributo economico attraverso l’adozione di un piano nazionale pluriennale. Ai candidati chiede un impegno concreto affinché con la nuova legislatura il Rei venga tradotto in pratica chiamando in causa i Comuni (titolari del Rei), e le altre realtà dei territori. “Riteniamo che si debba fare del Rei il punto di partenza di una stagione di rinnovamento del welfare – si legge nel comunicato – evitando misure una tantum e concentrandosi su interventi strutturali, garantendo universalismo nell’accesso e mettendo in primo piano le condizioni effettive di bisogno, e non l’appartenenza a specifiche categorie”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo