Marcia della pace: in mille da tutta Italia il 31 dicembre a Matera tra cultura e carità

Sono attese più di mille persone da tutta Italia alla 51ª Marcia nazionale della pace, che si svolge a Matera il 31 dicembre ed è promossa da Ufficio nazionale per i problemi sociali e del lavoro della Cei, Caritas italiana, Pax Christi, Azione Cattolica e arcidiocesi di Matera–Irsina. L’evento inizia alle 18 nella parrocchia dell’Immacolata. “La buona politica è a servizio della pace”, titolo del messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace 2019, guida il cammino di Matera, che ha come primo momento la messa alle 19, presieduta dall’arcivescovo di Matera mons. Antonio Giuseppe Caiazzo e concelebrata da mons. Filippo Santoro, presidente dell’Ufficio Cei per i problemi sociali e del lavoro, e da mons. Giovanni Ricchiuti, presidente di Pax Christi, trasmessa in diretta da TV2000. “Come diocesi, cerchiamo di coniugare cultura e carità, obiettivo possibile se accompagnato da istituzioni che fanno le scelte giuste”, dice al Sir Annamaria Cammisa, direttore della Caritas di Matera-Irsina: “Spesso ciò non avviene e come Caritas cerchiamo di sopperire, perché è la speranza che ci fa andare avanti”. La successiva fiaccolata vede quattro soste con testimonianze del sindaco di Assisi, di tre giovani sull’Europa, un intervento sui conflitti dimenticati a uno sull’ecumenismo. Non manca la solidarietà vissuta, con un digiuno solidale per la mensa dei poveri gestita dalla Caritas di Matera e il dono ai partecipanti di una sacca, cucita dagli immigrati della cooperativa Il Sicomoro di Matera.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori