Colombia: il nunzio apostolico in visita a Cúcuta dona alla diocesi tre tonnellate di alimenti per l’accoglienza dei migranti venezuelani

Il nunzio apostolico in Colombia, mons. Luis Mariano Montemayor, ha donato tre tonnellate di alimenti alla diocesi di Cúcuta, nel corso della visita tenuta nel fine settimana nella diocesi frontaliera, la più esposta nell’accoglienza ai migranti venezuelani. Il nunzio ha visitato i diversi centri di accoglienza allestiti dalla diocesi di Cúcuta e sabato, nella casa di frontiera “Divina Provvidenza”, ha incontrato il vescovo, Víctor Manuel Ochoa Cadavid, assieme al vescovo della confinante diocesi venezuelana di San Cristóbal, mons. Mario del Valle Moronta. I due presuli hanno informato mons. Montemayor sulla situazione migratoria attuale. Il nunzio ha parlato direttamente con alcuni migranti e aiutato a servire il pasto. Il vescovo di San Cristóbal ha avuto parole di gratitudine per il modo in cui la Chiesa di Cúcuta sta aiutando i fratelli venezuelani: “È una benedizione di Dio avere un vescovo, sacerdoti e laici che stanno aiutando tanti uomini e donne venezuelani in modo disinteressato”. Da parte sua, mons. Montemayor ha chiesto alla diocesi di non stancarsi nel portare il suo aiuto ai migranti, e ha dichiarato che “il Santo Padre ringrazia di cuore per il grande sforzo che state facendo, e ringrazia la Colombia per la sua politica di porte aperte… siamo tutti fratelli e sorelle. Come argentino, provo dolore nella mia anima per vedere un popolo latinoamericano così abbattuto come quello venezuelano”. Non è mancata, per il nunzio una visita al ponte internazionale Simón Bolívar, alla frontiera tra Colombia e Venezuela. Ieri si sono svolti gli ultimi incontri, con la messa in Cattedrale e la visita ai centri di accoglienza della diocesi e delle Missionarie della carità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori