Terremoto Centro Italia: Fermo, il santuario Madonna dell’Ambro riaprirà la notte di Natale

A due anni dal sisma che mise in ginocchio quattro regioni del Centro Italia, riapre a Montefortino, il santuario mariano Madonna dell’Ambro. Si è svolta a Fermo, ieri, la cerimonia di riconsegna all’arcidiocesi della struttura restaurata dopo dieci mesi dall’inizio dei lavori. “Certamente è la chiesa più importante del territorio. – ha affermato l’arcivescovo, mons. Rocco Pennacchio -. Il santuario per tutta la diocesi e anche per il circondario è un nodo centrale di aggregazione umana, sociale e religiosa che non ha perso neanche in questi due anni la sua funzionalità, ma che certamente in questo momento, grazie al recupero, ritornerà a risplendere”. L’attenzione dell’arcivescovo è rivolta anche a “diversi comuni della nostra diocesi, come Torre San Patrizio, Monte San Pietrangeli ed altri che non hanno neanche un luogo di culto aperto”. “La nostra preoccupazione e sollecitudine è rivolta anche alle istituzioni perché si possano mettere in sicurezza alcune chiese in queste realtà, in quanto le comunità non possono ancora oggi, dopo più di due anni dal terremoto, essere costrette a dover celebrare un funerale andando in palestra”. Il santuario sarà riaperto la notte di Natale. “L’evento assume un valore simbolico ancora maggiore nella riapertura di un centro di culto: il simbolo della presenza di Dio in mezzo agli uomini. Il Signore non ha bisogno di chiese per essere presente, ma l’uomo ha bisogno di simboli”. Mons. Pennacchio ha annunciato anche che, grazie alla Caritas Italiana, sarà recuperata una chiesa del paese che diventerà Centro di comunità come è avvenuto per altre realtà colpite dal terremoto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori