Natale: Perugia, il card. Bassetti in visita ai detenuti. “Alleviare le sofferenze e trasmettere speranza”

L’arcivescovo di Perugia, il card. Gualtiero Bassetti, in visita al carcere di Capanne per il Natale. Il presidente della Cei ha celebrato, ieri, una messa con loro, con i volontari e con il personale di polizia penitenziaria ed educativo. “I miei figli perugini – ha commentato il cardinale all’inizio della messa – apprezzano molto questo luogo, perché li vedo sempre più numerosi, come volontari, nello stare accanto a quanti sono in carcere. Anche questo è Natale, donarsi per l’altro sofferente e nel bisogno. Il carcere non può essere una famiglia, ma può avere alcuni suoi aspetti positivi per alleviare la sofferenza e trasmettere speranza”. Al termine della celebrazione eucaristica, la direttrice del carcere Bernardina Di Mario ha ringraziato il cardinale per la sua presenza. Alcuni detenuti e detenute hanno ricambiato gli auguri natalizi con preghiere personali e piccoli doni fatti da loro. Un detenuto ha salutato e ringraziato il cardinale dicendo: “È bello sapere di non essere dimenticati, soprattutto sapere di essere perdonati”. Ha poi terminato con una richiesta a nome di tutti i detenuti: “Vorremmo avere Sky”. Il card. Bassetti ha risposto: “Ho capito cosa mi chiedete, pur non essendo molto tecnologico, ma se la direzione del carcere lo consente l’avrete da me in dono”. Sull’altare è stato posto un piccolo presepe contenuto in una sfera di vetro dove sono stati messi dei bigliettini con le preghiere di detenute e detenuti, che il cardinale ha accolto come “segni di rinascita e non di sofferenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori