Diocesi: Cerreto Sannita, visita del vescovo Battaglia nei luoghi di sofferenza

Si è conclusa la prima settimana di visite e incontri in case di cura, case di riposo e famiglie per il vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti, mons. Domenico Battaglia. Il presule ha incontrato le persone presenti nell’Unità operativa di salute mentale di Bucciano, gli anziani di Villa San Francesco a Valle di Maddaloni e di Villa Gioia ad Airola, i fidanzati prossimi al matrimonio della forania di Airola a Luzzano, gli operatori del Medical Center One di Telese Terme, i bambini del centro medico Erre di Sant’Agata de’ Goti e del centro di riabilitazione “De Nicola” di Cerreto Sannita, bambini e ragazzi del centro di riabilitazione “Relax” di San Salvatore Telesino, i pazienti in stati vegetativi ed affetti da patologie post-acute e croniche invalidanti dell’istituto riabilitazione “Maugeri” di Telese Terme. Il vescovo ha anche celebrato messa all’ospedale “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” di Sant’Agata de’ Goti ed è intervenuto assieme ai ragazzi del laboratorio di pasticceria di comunità “DolceMente” della cooperativa iCare al brindisi di Natale nel commissariato di Polizia di Telese Terme. “Ha ripetuto più volte mons. Battaglia, in questi giorni, che solo se saremo capaci di ‘perdere’ tempo con le persone più in difficoltà e con quelle che fanno più fatica, potremo arrivare puntuali all’appuntamento con la grotta. In una rinascita che è già qui ed è rappresentata proprio da queste stelle che incontriamo ogni giorno, che possono condurci a trovare la direzione per accogliere Gesù che nasce”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori