Riciclaggio denaro: Moneyval all’Albania, “intensificare gli sforzi, confiscare i ricavi e affrontare i rischi di finanziamento del terrorismo”

Albania sotto monitoraggio rafforzato del Moneyval, l’organo del Consiglio d’Europa che si occupa di monitorare la lotta contro il riciclaggio dei capitali. Con il Rapporto pubblicato oggi, il comitato invita le autorità albanesi a “intensificare gli sforzi per perseguire i riciclatori di denaro e confiscare i loro ricavi legati a reati gravi, nonché ad affrontare i rischi di finanziamento del terrorismo”. L’Albania ha “una conoscenza relativamente buona dei rischi” del riciclaggio e “meccanismi nazionali per coordinare le politiche su questi rischi”, ma non sono “pienamente efficaci e alcune aree dovrebbero essere oggetto di un’analisi più dettagliata”, si legge nella sintesi del Rapporto. Anello debole è la corruzione che arriva a “compromettere seriamente l’efficacia del sistema della giustizia penale” in relazione ai reati legati al riciclaggio. Benefici potranno arrivare dalla “riforma importante del sistema giudiziario” in corso. Fino ad ora, infatti, le indagini su casi di riciclaggio di denaro e affini “raramente portano a imputazioni”, ma “sono per la maggior parte sospese o ribaltate dall’accusa”. Quanto ai beni confiscati “non sembrano essere commisurati alla portata della criminalità nel Paese”; così pure lacunosa la dimensione di controllo e contrasto al finanziamento del terrorismo. Nel Rapporto, il comitato offre una serie di raccomandazioni all’Albania.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo