Solidarietà: Tarquinia, iniziative natalizie di “Semi di pace” contro bullismo, violenza su donne e ludopatia. Progetto per completare una scuola in Camerun

È un Natale all’insegna della solidarietà quello della onlus Semi di pace di Tarquinia (Vt). Le iniziative promosse dall’associazione già da queste settimane in vista delle prossime festività andranno a sostenere progetti in Italia e all’estero. “Coinvolgiamo realtà culturali del nostro territorio e contemporaneamente chiediamo aiuto a volontari che operano in altre parti d’Italia”, spiega al Sir Daniele Aiello Belardinelli, responsabile comunicazione di Semi di pace. “Il nostro impegno è focalizzato sia al nostro territorio, per il sostegno alle fasce sociali più deboli della popolazione, sia a livello internazionale, per garantire l’istruzione dei bambini, un diritto fondamentale purtroppo negato in molte parti del mondo”, aggiunge.
Un concerto di Natale con musica gospel, in programma il 15 dicembre alle 21 nella cattedrale di Narni (Tr), finanzierà il completamento della costruzione della scuola primaria Saint Jean nella diocesi di Batouri, in Camerun, che accoglierà 200 bambini tra i 6 e gli 11 anni. Una cena di Natale solidale si terrà invece il 22 dicembre nell’oratorio della parrocchia Madonna dell’Ulivo di Tarquinia a sostegno del progetto “Rondini”, che prevede la nascita di uno sportello di ascolto per donne vittime di violenza, contrasto al bullismo e alla ludopatia. Il centro sarà aperto a Tarquinia nei prossimi mesi e sarà sostenuto anche da una vendita di panettoni e pandori che Semi di pace sta promuovendo in collaborazione con l’azienda dolciaria Maina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa