Giornata Pro Orantibus: Roma, il 21 novembre convegno alla Lateranense alla presenza delle claustrali

Si celebra il 21 novembre la Giornata Pro Orantibus che quest’anno, si legge in una nota della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica (Civcsva), assume “un particolare significato” dopo la pubblicazione di due documenti per la vita contemplativa: la costituzione apostolica di Papa Francesco “Vultum Dei Quaerere” e l’istruzione applicativa “Cor Orans” della Congregazione. I documenti introducono importanti novità per questo stato di vita e ne sottolineano l’importanza per la Chiesa e per il mondo. A Roma, presso la Pontificia Università Lateranense, avrà luogo un convegno di approfondimento, organizzato dal Segretariato assistenza monache, per fare sintesi e individuare le sfide che vengono da “Vultum Dei Quaerere” e “Cor Orans”. A sottolineare l’importanza dell’evento, Papa Francesco ha concesso alle claustrali di partecipare al convegno. Sono attese circa 300 monache, dall’Italia ma anche dall’estero (ci sarà una rappresentanza anche dal Marocco e dalla Svizzera). ​Un evento strutturato attraverso relazioni, testimonianze, condivisione nei circoli di studio del pomeriggio, ma anche di festa e ringraziamento per il dono della vita contemplativa che arricchisce il volto della Chiesa. Interverranno, nel corso della mattinata, il card. João Braz De Aviz, prefetto della Civcsva, mons José Rodríguez Carballo, arcivescovo segretario della Civcsva, Vincenzo Buonomo, rettore magnifico della Lateranense, suor Giuseppina Fragasso, vice presidente del Segretariato assistenza monache; suor Ludovica Laconte; suor Michela Argiolas. La celebrazione eucaristica, presieduta dal card. Braz de Aviz, nella basilica di San Giovanni in Laterano concluderà la giornata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia