Europa: Mattarella, “con integrazione cancellate frontiere e superate divisioni forzose e talvolta innaturali”

“L’integrazione dell’Unione europea ha messo in comune il futuro dei suoi popoli. Questo ha consentito di cancellare frontiere e superare divisioni forzose e talvolta innaturali”. Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Merano, in occasione della cerimonia per i 130 anni del gruppo editoriale Athesia. Per il Capo dello Stato “queste terre” e “queste montagne, viste talvolta come elemento di divisione, sono in realtà cerniera che unisce tante aree d’Europa”. “Queste terre – ha proseguito – sono sollecitate a spinte collaborative. Questa esigenza è stata raccolta, tradotta in concreto, consolidata dall’Unione europea, dal nostro comune futuro”. Mattarella ha richiamato la “prospettiva crescente che mette in comune tutti i popoli europei, ciascuno con la propria identità, la propria cultura, i propri caratteri ma tutti accomunati da questa comune prospettiva di pace, collaborazione e di crescita”. Con le sue sedi, “Athesia – ha rilevato Mattarella – è proiettata nella dimensione europea”. “Una condizione emblematica, quasi un paradigma – ha osservato il Capo dello Stato – della nostra evoluzione verso l’integrazione, verso il comune futuro nell’Unione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia