Profughi: 7 milioni di sfollati in Siria. Onu, “abbiamo smesso di contare i morti”

“Il Libano è più piccolo della Calabria ma da anni riceve un milione e 200mila profughi siriani. Una situazione simile accade in Giordania e in Turchia. Altri profughi sono sparsi in Europa. Oltre 7 milioni sono gli sfollati in Siria”. Sono alcuni degli esempi della situazione in Medio Oriente relativamente al problema dei profughi e dei rifugiati che fonti Onu portano oggi a Torino all’incontro “La fine del Medio Oriente e il destino delle  minoranze”. “Non riusciamo più a contare i morti in Siria – è stato rilevato -, mentre i bambini non sanno leggere e scrivere l’arabo, ma sanno distinguere da dove arriva un colpo di mortaio”. Per far capire ancora di più il caos, è stato ricordato che sono 98 i gruppi che attualmente si stanno combattendo. In questo ambito, il ruolo dell’Onu sta nella “forza delle parole e del diritto che usiamo per far trovare alle parti in conflitto dei punti in comune sul futuro della Siria. Tenendo conto che quanto avviene in Siria è un conflitto globale e diversi livelli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano