Papa Francesco: alla Lateranense, “abbattere tendenze isolamento, chiusura e logiche di potenza portatrici di chiusura e distruzione”

Garantire “una specifica formazione scientifica di sacerdoti, consacrati e laici” per promuovere “un’adeguata preparazione di attuali e futuri operatori di pace”. È l’obiettivo del nuovo corso di studi in Scienze della pace avviato presso la Pontificia Università Lateranense. Ad illustrarlo è Papa Francesco nella lettera relativa all’istituzione del nuovo percorso formativo, inviata al gran cancelliere della Lateranense, card. Angelo De Donatis, letta questa mattina dal sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato, l’arcivescovo Edgar Peña Parra, in occasione del Dies academicus dell’Ateneo. Come in passato, “anche nel tempo presente, in cui aumenta la necessità di prevenire e risolvere conflitti, la Chiesa, alla luce del Vangelo, si sente interpellata a ispirare e sostenere ogni iniziativa che assicuri ai diversi Popoli e Paesi un cammino di pace”, scrive Francesco. Questo intento presuppone anzitutto “uno sforzo educativo all’ascolto e alla comprensione, ma anche alla conoscenza e allo studio del patrimonio di valori, delle nozioni e degli strumenti capaci di abbattere tendenze all’isolamento, alla chiusura e a logiche di potenza che sono portatrici di violenza e distruzioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano