Padre Pio: il quadro della Madonna di Pompei a San Giovanni Rotondo nel 50° della morte del Santo

Il quadro della Madonna del Rosario di Pompei sarà a San Giovanni Rotondo dal 16 al 25 novembre nell’ambito delle celebrazioni giubilari per il primo centenario della stimmatizzazione di san Pio e del cinquantesimo della sua morte. Insieme al quadro della Madonna di Pompei arriverà a San Giovanni Rotondo anche la rosa prodigiosa donata dal frate cappuccino alla Vergine del santuario campano due giorni prima della sua morte. Il quadro e il reliquiario con la rosa saranno accolti venerdì pomeriggio alle 16.30 in piazza Padre Pio e portati in processione al santuario di S. Maria delle Grazie dove alle ore 18 è prevista la concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Pompei, mons. Tommaso Caputo. Lungo il percorso da piazza Padre Pio al santuario sono previste due soste, una presso il palazzo della città e una presso la Casa sollievo della sofferenza. Per dieci giorni sono previsti numerosi momenti di preghiera e celebrazioni eucaristiche. Domenica 25 novembre, festa di Cristo Re, nella chiesa di San Pio da Pietrelcina si terrà alle 10 la s. messa presieduta dal ministro provinciale della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio, fr. Maurizio Placentino. Al termine della celebrazione vi sarà la traslazione della reliquia del corpo di san Pio presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie, dove alle 12 ci sarà la preghiera dell’Angelus e la supplica alla beata Maria Vergine del Rosario di Pompei. Alle 16.30 la s. messa presieduta da fr. Francesco Dileo e alle 17.30 il quadro della Madonna del Rosario farà ritorno a Pompei. La rosa che arriverà a San Giovanni Rotondo insieme all’immagine della Madonna di Pompei ha una storia particolare. Il 20 settembre 1968, in occasione del 50° anniversario della stimmatizzazione, Padre Pio ricevette in dono da un napoletano un mazzo di rose rosse. Padre Pio prese una di queste rose e chiese all’uomo di portarla alla Madonna di Pompei. L’uomo fece come gli disse il frate da Pietrelcina e consegnò il fiore a una suora, che pose la rosa insieme alle altre che già erano ai piedi dell’immagine. Il 23 settembre, quando Padre Pio morì, la suora nel togliere i fiori davanti al quadro si accorse che, mentre tutti gli altri erano appassiti, la rosa di Padre Pio era ancora fresca e profumata; era tornata, però, richiudendosi, ad essere un grazioso bocciolo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano