Introduzione card. Bassetti: Paola De Gasperi (figlia), “laicità di mio padre basata su ricerca bene comune”

“Sono grata al card. Gualtiero Bassetti – e a tutta la Cei – per aver ricordato la figura di De Gasperi nella sua introduzione ai lavori della Assemblea generale. La laicità di mio padre poggiava sulla sua fede che nutriva anche la sua passione politica animando in lui un forte spirito di servizio al prossimo e un alto senso dello Stato finalizzato al bene comune”. Lo ha detto al Sir Paola De Gasperi commentando le parole del presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, che oggi durante l’introduzione ai lavori dell’Assemblea generale dei vescovi, ha ricordato la figura dello statista italiano. Parlando della laicità della politica, il cardinale ha detto che “ne sono stati interpreti uomini di fede che hanno fatto grande la nostra storia. Penso a un De Gasperi, che seppe lottare per difendere la propria fede con grande pudore, facendo gli interessi dei cittadini, in piena e sofferta autonomia di pensiero, di parola e di azione”. “L’impegno politico è stato vissuto da mio padre come un’autentica vocazione – sottolinea Paola De Gasperi – la sua laicità era basata sul rispetto degli interessi del popolo, sulla ricerca del bene comune senza cedere al compromesso morale e a interessi di parte. Laicità, dunque e non laicismo”. “Con la sua lealtà e dedizione verso le Istituzioni ha mostrato di avere fede nella sua fede”. Un messaggio che, aggiunge la figlia di De Gasperi, “spero giunga ai tanti politici di fede cristiana che prestano il loro servizio a vari livelli nelle Istituzioni, dai Comuni fino al Parlamento. Lo scoraggiamento cui assistiamo soprattutto tra i giovani, che non credono più che esista un modo per fare qualcosa di buono per il Paese, spero possa trovare una risposta nella figura di De Gasperi e nel suo impegno politico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano