Diocesi: Amalfi-Cava, sabato e domenica il convegno ecclesiale dedicato a educazione famiglia, giovani

Nell’intera giornata di sabato 27 e per il pomeriggio di domenica 28 ottobre si svolgerà, presso la parrocchia di Sant’Alfonso in via Filangieri a Cava de’ Tirreni, il 22° convegno ecclesiale diocesano di Amalfi–Cava de’ Tirreni. Tema dell’annuale assise diocesana è “L’educazione cristiana, ponte d’oro tra famiglia e giovani”. Ad animarlo sarà mons. Michele Giulio Masciarelli, vicario episcopale per la cultura nell’arcidiocesi di Chieti Vasto e nel 2015 consultore della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi. La tematica scelta pone in immediata sintonia con il lavoro del Sinodo dei vescovi dedicato ai giovani (3-28 Ottobre 2018), ma anche con gli Orientamenti della Cei – per il decennio 2010-2020 – incentrati sull’educazione, nonché con la traccia indicativa del programma pastorale diocesano “Educare alla fede: un ministero per la famiglia”, nell’alveo della pianificazione pastorale diocesana imperniata sul valore della famiglia. I convegnisti provenienti dalle 79 realtà parrocchiali che sono presenti sul territorio diocesano, attraverso le tre relazioni di mons. Masciarelli e il lavoro dei gruppi di studio, “saranno stimolati a riflettere sulle fragilità psicologiche dei giovani, ma anche sulle possibili potenzialità e virtualità umane presenti in essi, con le loro esigenze e desideri rispetto alla vita cristiana e, allo stesso tempo, i relativi spazi nella pastorale parrocchiale”, si legge in una nota dell’arcidiocesi. Inoltre, si rifletterà “sulla possibilità di un percorso pastorale tutto da sperimentare con i giovani: da un cristianesimo degli obblighi a quello della proposta e dell’invito, nel mostrare la bellezza di Cristo, del Vangelo e, quindi, del vivere la comunione nella Chiesa”. Il convegno sarà anche l’occasione per acquisire la “consapevolezza che i giovani non devono essere intesi come solisti, ma coristi nella vita della Chiesa, accogliendo il carisma dell’età giovanile tra i carismi delle altre età, in una sinfonia di corresponsabilità che caratterizza il cammino ecclesiale”. È prevista la testimonianza diretta di alcuni giovani in rapporto alla famiglia e alla Chiesa, mentre le conclusioni saranno affidate all’arcivescovo, mons. Orazio Soricelli.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia