Diocesi: mons. Pavanello (Adria-Rovigo), “ripensare il volto delle comunità cristiane”, a partire “dalla Parola di Dio per vivere nella fraternità”

“Ripensare il volto delle comunità cristiane – Radunati dalla Parola di Dio per vivere nella fraternità”. È il titolo del nuovo documento che il vescovo di Adria-Rovigo, mons. Pierantonio Pavanello ha presentato ai fedeli per l’anno 2018/19, in occasione dell’apertura dell’anno pastorale diocesano, venerdì 28 settembre. Mons. Pavanello si è concentrato su alcuni punti del suo documento, partendo dall’espressione “un nuovo inizio”: “Con questa espressione desidero invitare le comunità a rinnovarsi e a non cedere al pensiero del ‘si è sempre fatto così’, una sorta di nostalgia del passato che non può tornare. Papa Francesco ci ricorda come stiamo vivendo non tanto un’epoca di cambiamento, ma un cambiamento d’epoca. Abbiamo davanti due possibili prospettive: quella del tradizionalismo che tende a rimanere nel passato oppure quella del rinnovamento, ossia la possibilità di ripensare una nuova forma per le nostre comunità cristiane. Sono per la seconda opzione: al di là dei cambiamenti organizzativi delle parrocchie, c’è bisogno di un nuovo modo di vivere le comunità”.
Poi un riferimento anche al concentrarsi sulla Parola per cercare un nuovo modo di fare fraternità in queste “nuove” comunità cristiane: “Penso sia importante ricordare che facciamo parte della comunità cristiana non solo per tradizione, ma soprattutto perché siamo convocati da Dio per condividere la nostra fede con altri fratelli – ha osservato il presule -. In altri termini, alla base della nostra esperienza ecclesiale ci deve essere l’esperienza di ascolto di una Parola che viene dall’alto e che ci spinge oltre le nostre sensibilità e le nostre aspettative umane. Siamo ancora troppo legati ad una mentalità che cerca nella fede e nella vita ecclesiale una rassicurazione: la Parola di Dio invece ci porta sempre oltre e ci spinge a percorrere vie nuove”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo