Ue: Bruxelles, conferenza “Un bilancio per il futuro”. “Approvare il Qfp prima delle elezioni europee”

Bruxelles, 12 ottobre: alcune immagini della conferenza dedicata al futuro bilancio dell'Unione

(Bruxelles) Il futuro dell’Unione dipende anche, ma non solo, dal bilancio dei prossimi anni. Si è svolta oggi a Bruxelles una conferenza che ha messo a fuoco le implicazioni economiche e politiche del Quadro finanziario pluriennale per il periodo 2021-2027, strumento necessario per prevedere gli sviluppo delle politiche comunitarie, lo stanziamento dei fondi strutturali, il sostegno ai progetti Ue. La Commissione ha proposto un Qfp lo scorso maggio, e ora i conti sono sottoposti alle due autorità di bilancio, ossia Parlamento e Consiglio. “Ma occorre fare presto”, è stato osservato oggi da più voci. Perché dal Qfp dipende la stesura dei singoli bilanci annuali e soprattutto esso indica la reale volontà degli Stati membri di assegnare forza politica alle azioni comuni in settori-chiave come l’agricoltura, la difesa dell’ambiente, l’industria, la formazione professionale, l’Erasmus, la difesa dei consumatori, la ricerca, l’energia, le migrazioni, la sicurezza… E occorre far presto anche perché “non si sa come sarà l’Europa politica dopo le elezioni del 2019”, con la possibilità di un prevalere di forze euroscettiche che tenderebbe a ridimensionare – è stato detto – l’azione Ue a partire da un bilancio ridotto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa