Diocesi: Alba, una giornata per san Giovanni Paolo II a quarant’anni dall’elezione a pontefice

A quarant’anni dalla sua elezione a Pontefice, la Chiesa e il Comune di Alba dedicano domani un’intera giornata di celebrazioni in onore di san Giovanni Paolo II. “Non abbiate paura! Aprite anzi spalancate le porte a Cristo” è il titolo del convegno che si terrà al teatro Sociale a partire dalle 9. Dopo il saluto del sindaco Maurizio Marello e del vescovo Marco Brunetti – che leggerà il messaggio autografo inviato per quest’occasione da Papa Francesco – spazio agli interventi di p. Federico Lombardi, per anni direttore della Sala Stampa, della Radio e del Centro televisivo vaticani e di Lucetta Scaraffia, storica e giornalista, coordinatrice dell’inserto femminile dell’Osservatore Romano. Nel pomeriggio, alle 14.45, il fotoreporter di Famiglia Cristiana, Giancarlo Giuliani, attraverso alcuni suoi scatti, racconterà il Papa che ha seguito in tutti i suoi viaggi; mentre il giornalista Luigi Accattoli si soffermerà sulle giornate mondiali della gioventù volute da Wojtyla. Alle 16.30 ci si sposterà davanti alla chiesa di San Giuseppe per la cerimonia dell’intitolazione della piazzetta a San Giovanni Paolo II e lo svelamento del monumento, un medaglione realizzato su un bozzetto della pittrice albese Maria Teresa Riolfo. Alle 18, nella cattedrale di Alba, l’arcivescovo metropolita di Torino, mons. Cesare Nosiglia, presiederà la celebrazione eucaristica in onore di san Giovanni Paolo II. Le celebrazioni, organizzate nella città piemontese per ricordare Papa Wojtyla, sono iniziate nei giorni scorsi con la mostra fotografica già aperta in San Giuseppe e una serie di conferenze in Banca d’Alba che si protrarranno fino a novembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa