Bulgaria: conduttrice tv uccisa. Juncker (Commissione Ue), sostegno alle autorità bulgare per il rapido arresto del presunto assassino

Il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker “approva gli sforzi rapidi e intensi del primo ministro Borissov e delle autorità bulgare che, in stretta cooperazione con le forze dell’ordine di altri Stati membri dell’Ue, hanno arrestato con successo il presunto assassino della giornalista Victoria Marinova”. Lo si legge in una breve nota diffusa oggi da Bruxelles riguardo alla notizia che un giovane di 21 anni, bulgaro di etnia rom sarebbe stato arrestato dalla polizia tedesca vicino ad Amburgo, in relazione all’omicidio della giovane giornalista, violentata e uccisa sabato scorso mentre faceva jogging in un parco di Ruse. “La rapida reazione e gli sforzi congiunti dimostrano la determinazione a rendere giustizia a tali atti spregevoli” ha sottolineato Juncker, che ha anche espresso solidarietà alla famiglia e agli amici di Victoria Marinova. Secondo quanto riporta la stampa bulgara, ora si procederà alla verifica delle condizioni per l’estradizione del giovane, che la giustizia bulgara già ricercava per un altro caso di stupro e omicidio. Così, secondo gli investigatori, non ci sarebbe quindi alcun legame tra l’omicidio e l’attività investigativa di Marinova.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia