Papa in Perù: i mosaici per una celebrazione realizzati in una missione dell’Operazione Mato Grosso

Un’artista romagnola, che vive in una missione peruviana, è la mente creativa che ha ideato i mosaici dell’altare, dell’ambone e della sede per una celebrazione di Papa Francesco in Perù, dove si recherà dal 18 al 21 gennaio. Si tratta di Matilde Randi, originaria di Cotignola, in provincia di Ravenna. Lo scrive Giulio Donati su “Il Piccolo”, settimanale della diocesi di Faenza. Le tre opere sono state realizzate nel taller artigianale di Encanada, missione dell’Oratorio “Mato Grosso” nel nord del Paese, dall’artista con gli studenti ospiti della scuola. In questi giorni, i vari pezzi sono stati portati a Lima.

Un mosaico tondo, che verrà donato al Papa, raffigura l’immagine di Cristo al centro e, attorno a lui, le immagini di alcuni santi del Perù. Nei mesi scorsi, il team che sta curando l’accoglienza di Francesco in Perù ha notato il lavoro di Randi e dei ragazzi dell’Encanada in una chiesa della Capitale. Ne è rimasto affascinato tanto da richiedere la loro opera per quest’evento. La donna, sposata e madre di tre figli, da anni vive in missione con l’intera famiglia. Avendo fatto studi artistici, insegna ai ragazzi l’arte del mosaico concretizzando gli insegnamenti con lavori richiesti in varie parti del mondo. Lavori per i quali, accanto all’opera da “capo cantiere” svolta dal marito Simone Albonetti, faentino, si avvale anche della consulenza artistico teologica di Marko Rupnik, presbitero gesuita, artista e teologo sloveno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo