Diocesi: Spoleto, domenica festa del patrono Ponziano. Domani l’arcivescovo Boccardo ordina sacerdote Bartolomeo Gladson Sagayaraj

La città di Spoleto si appresta a celebrare domenica la festa del proprio patrono Ponziano, decapitato in odio alla fede nel 175 d.c. Alle 11.30, in duomo, ci sarà il solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo Renato Boccardo e al pomeriggio, alle 16, celebrazione dei secondi vespri, sempre in cattedrale, e poi processione con la reliquia del Santo fino alla basilica a lui dedicata. Il corteo, come tradizione, sarà aperto da cavalli e cavalieri: Ponziano infatti, nell’iconografia locale, è raffigurato a dorso di un cavallo e definito “Felice cavaliere del cielo”. Domani, vigilia di S. Ponziano, alle 18 mons. Boccardo ordinerà presbitero in duomo il diacono Bartolomeo Gladson Sagayaraj, di origini indiane, che svolge il suo servizio pastorale nelle parrocchie di Trevi, Borgo Trevi, Bovara di Trevi e Santa Maria in Valle di Trevi, coadiuvando i sacerdoti che hanno la responsabilità di quelle comunità (don Jozef Gercàk, mons. Oreste Baraffa e don Kamil Ragan). “Ringraziamo Dio per questo nuovo presbitero – afferma il presule – e continuiamo a pregare affinché nelle nostre comunità continuino a fiorire vocazioni sacerdotali. Sono convinto che il Signore rivolge ai nostri giovani l’invito a seguirlo con cuore indiviso; purtroppo il rumore e la distrazioni nei quali spesso è immersa la vita quotidiana rendono sempre più difficile decifrare la voce di Dio. Allora, come ci esorta l’evangelista Luca, preghiamo il padrone della messe perché mandi operai per la sua messe”. Ad oggi i seminaristi dell’arcidiocesi di Spoleto-Norcia sono cinque. Quest’anno la festa del patrono è caratterizzata anche dal restauro, a cura del Lions Club di Spoleto, del “Crocefisso ligneo di S. Ponziano” della fine del XIII secolo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo