Sacerdote denunciato per ricettazione: mons. Meini (Fiesole), “stupore e amarezza”. “Se accertate responsabilità, verranno adottate misure canoniche del caso”

“Stupore ed amarezza ha suscitato la notizia, appresa da organi di stampa, di un presunto coinvolgimento del sacerdote don Claudio Brandi in una vicenda di ricettazione di quadri d’arte”. Il vescovo, mons. Mario Meini – qualora venisse accertata la responsabilità del sacerdote – si riserva di adottare le misure canoniche del caso per sanzionare un simile comportamento”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dalla diocesi di Fiesole in merito alla vicenda che vede il sacerdote denunciato per ricettazione a seguito di un furto di quadri d’arte avvenuto la scorsa estate nello studio di un noto professionista nel centro storico di città di Castello.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo