Giornata migrante e rifugiato: diocesi Terni-Narni-Amelia, domenica messa con mons. Piemontese, testimonianze dei profughi e pranzo multietnico

Una giornata di iniziative nella parrocchia di san Giuseppe lavoratore, a Terni, assieme alle diverse comunità di immigrati e ai migranti ospiti delle strutture Sprar presenti sul territorio diocesano. Sarà celebrata domenica 14 gennaio, in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. La manifestazione -promossa dall’ufficio Migrantes della Caritas diocesana e dall’associazione di volontariato San Martino, in collaborazione con l’Ufficio diocesano per l’ecumenismo – sarà caratterizzata da momenti di preghiera, riflessione, festa e sensibilizzazione sul fenomeno delle migrazioni, “per un rinnovato impegno sul versante dell’accoglienza e dell’integrazione”. Ad aprire le iniziative sarà col suo saluto il vescovo Giuseppe Piemontese, alle 10, al quale seguirà l’introduzione del direttore della Caritas diocesana, Ideale Piantoni. Poi, una tavola rotonda con le testimonianze di operatori, volontari e migranti su “Accogliere, proteggere, promuovere, integrare”, tema della giornata. In programma, alle 11.30, la messa presieduta dal vescovo e, alle 13, il pranzo etnico nell’oratorio parrocchiale di santa Maria della Gioia. Alle 15, si proseguirà con la preghiera ecumenica per la pace e con l’accensione della Lampada della pace. In conclusione, un momento di condivisione con musica etnica e il saluto del vicario episcopale per la Carità, mons. Paolo Carloni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo